Home » News Nutrizione » Cereali: attenzione agli zuccheri

Cereali: attenzione agli zuccheri

E’ assodato che gli Italiani comprino e mettano a disposizione dei propri figli merendine, patatine, gallette, dolci ecc, compresi i cereali.

Nonostante si pensi che questi ultimi facciano bene perché dietetici, bisogna tener presente che contengono tanti carboidrati, alle volte più dell’80 % del loro peso, quindi sono sconsigliabili per i regimi nutrizionali ipocalorici.

“La maggior parte dei cereali per bambini non corrispondono alle linee guida Federali raccomandate per gli alimenti commercializzati ‘per i bimbi’” dichiara un rapporto emesso in questi giorni dall’EWG-Environmental Working Group statunitense, discutendo su come affrontare l’epidemia di obesità infantile.

“Degli 84 ‘cereali’ più popolari sul mercato – puntualizza subito il Rapporto – solo 20 soddisfano tutti i criteri delle linee guida riguardo ai contenuti di zucchero, sale, grassi saturi e insaturi, e, soprattutto, cereali integrali”.

Il problema riguarda zuccheri, grassi, contenuto in sale e, ad essere precisi, anche la presenza o meno di organismi geneticamente modificati.

E’ pertanto essenziale leggere attentamente l’etichetta nutrizionale prima dell’acquisto, perché alcuni cereali contengono più zuccheri di dolci e biscotti.

In conclusione l’EWG dà un sano consiglio pratico:
“Semplice da preparare, una sana colazione per bambini deve comprendere frutta fresca e d’elevato contenuto in fibre, cereali con poco zucchero”.

Fonte: http://www.ftc.gov/os/2011/04/110428foodmarketproposedguide.pdf

 

 

Lascia un Commento